News

Direttiva REDII: a rischio il futuro delle bioenergie. Le associazioni scrivono alle Istituzioni

Le associazioni Aiel, Ebs, Ef, Fiper e Itabia, che rappresentano il comparto delle biomasse solide, con una lettera congiunta si rivolgono ai ministri Cingolani (MiTe), Patuanelli (Mipaaf) e Giorgetti (Mise) per chiedere di avviare un confronto in tempi rapidi con gli operatori del settore nell’iter di recepimento della Direttiva REDII. La lettera è stata scritta anche in vista del Transport, telecommunications and energy council (energy) del prossimo 11 giugno.

Biomasse, un comparto ancora poco valorizzato

Ebs lancia l’allarme: il comparto delle biomasse che potrebbe aiutare l’Italia a raggiungere gli obiettivi previsti dai target climatici dell’Unione europea, favorendo la transizione energetica del paese, è ancora poco valorizzato e andrebbe sostenuto attraverso la semplificazione del quadro regolatorio e incentivi ad hoc.

Biomasse solide: energia green e filiera corta. Ma fuori dal Recovery plan

Il comparto della produzione di energia da biomasse solide, nonostante incroci tutti gli obiettivi di transazione ecologica, rischia di restare ai margini soprattutto in previsione dell’avvicinarsi della data di scadenza degli incentivi nazionali. Incentivi fondamentali per lo sviluppo del settore e che sono ormai imprescindibili per la sostenibilità economica delle imprese.

Dal Pniec al Green New Deal: quale contributo per le biomasse?

Nel dibattito per l’aggiornamento del Pniec, le associazioni del settore delle biomasse liquide, solide e gassose si inseriscono per evidenziare gli aspetti che rendono determinante la loro attività nel percorso di transizione energetica. Su qualenergia.it Il punto di vista del Presidente Di Cosimo.